Festival

Festival d’Europa 2017, ad ognuno il suo

Berlino, 23 giugno 2017 – Il 21 giugno non significa soltanto estate ma, per tutti gli spiriti festivalieri, significa anche tanta musica e divertimento. Rock, hip hop, reggae, jazz o musica elettronica, in Europa c’è un festival davvero per tutti. Se la musica, poi, non fosse l’unico fattore ad influenzare la scelta del festival a cui partecipare, la classifica realizzata da HomeToGo potrebbe senz’altro essere d’aiuto. 150 festival, 5 diverse categorie e le 5 migliori esperienze per ciascuna di esse.

1. I festival più sporchi

Un’alta capacità di adattamento è richiesta ai festivalieri che scelgono di partecipare al Dour Festival, in Belgio, vincitore indiscusso dei festival più sporchi d’Europa. Questo non scoraggia affatto i 230mila visitatori che ballano ogni anno sulle note della sua musica techno. “Pulizia”, poi, non è la parola d’ordine nemmeno al Pohoda, il più grande tra gli eventi musicali organizzati ogni anno in Slovenia, che celebra libertà e tolleranza. Nonostante il fattore-sporco la sua atmosfera è rilassata e promuove l’incontro e la fusione delle culture del mondo. Non resta, quindi, che tenersi pronti a ballare nel fango, dormire in tenda e utilizzare servizi igienici per veri temerari.

2. I festival più luccicanti

Le luccicanti esibizioni che caratterizzano il Sonar, popolarissimo tra gli amanti della musica elettronica, garantiscono al festival spagnolo il 1° posto tra i festival più luccicanti d’Europa. Per chi ama glitter e effetti di luce, anche l’italiano MI AMI Festival, al 5° posto in classifica, assicura glitter e palchi accecanti, buona musica italiana e biglietti a prezzi decisamente più accessibili. Tra luci e colori, si può assistere a performance artistiche, bere, mangiare e persino sposarsi. Un free drink è il premio per chi arriva in bici. C’è da prepararsi a brillare.

3. I festival con più performance

L’Exit, festival istituito nel 2000 dagli universitari di Novi Sad in Serbia, è la prima opzione per chi cerca un evento con una ricca programmazione. Il festival ospita, infatti, circa 600 gruppi musicali, ed è quindi al primissimo posto tra i festival con più performance. Un alto numero di esibizioni caratterizza anche la line-up del Creamfields, nel villaggio di Daresbury in Inghilterra. I festivalieri lo raggiungono da tutto il mondo radunandosi sotto i suoi 8 palchi.

4. I festival con la più lunga disponibilità di biglietti

Per chi vuole evitare lo stress pre-festival il festival britannico Secret Garden, in un parco con lago, fiume e giardini, assicura a tutti la possibilità di poter partecipare, collocandosi per questo al 1° posto tra i festival con la più lunga disponibilità di biglietti d’Europa. L’edizione 2017 sarà l’ultima, quindi non bisogna perderselo. 4° in classifica un altro italiano: il Rock in Roma, rassegna musicale per veri rocker. Due mesi di eventi, 20-25 concerti e circa 300.000 visitatori. La sua programmazione è incredibilmente vasta, nessuna corsa ai biglietti e nessuna delusione. Il Rock in Roma accoglie proprio tutti.

5. I festival meglio raggiungibili

Per chi desidera raggiungere la location del festival comodamente, senza troppo stress e, ancor meglio, beneficiando di riduzioni e collegamenti gratuiti, è ancora lui, il Dour, il 1° in classifica. Anche l’Hip Hop Kemp con la sua travolgente atmosfera si raggiunge facilmente con navette gratuite e taxi flat rate ed è l’evento di una vacanza nella bella Repubblica Ceca a cui non rinunciare, specie visto che ci si arriva in totale relax.

Tutti i 150 festival sono consultabili alla pagina dedicata https://www.hometogo.it/lista/festival/

A proposito di HomeToGo

HomeToGo è un meta-motore di ricerca per case e appartamenti vacanza indipendente che permette di cercare e confrontare in modo facile e veloce le oltre 8 milioni di offerte disponibili in oltre 200 Paesi e da più di 250 siti diversi. Con i vari filtri a disposizione l’utente può trovare la sistemazione più adatta alle proprie esigenze ordinando le proprietà secondo destinazione, data di arrivo e partenza, prezzo e servizi richiesti. Il quartier generale è a Berlino. Fondata da Patrick Andrä, Wolfgang Heigl e Nils Regge, ad oggi l’azienda conta più di 90 dipendenti ed è attiva in 12 nazioni europee in Russia, in Australia e negli Stati Uniti.


Loading...

Scrivi un commento