Le 10 canzoni più belle di Giorgia (VIDEO)

Definita da Billboard la quarta ugola al mondo, Giorgia vanta ventitré anni di grandiosa carriera. Dal lontano 1993, quando si presentò a Sanremo Giovani con la canzone Nasceremo, che le permise l’accesso al Festival dell’anno successivo, l’artista romana di strada ne ha fatta moltissima: tra successo, perdite tragiche e maternità, ha avuto sempre la forza di raccontarsi e di superare anche le prove più dure che la vita le ha messo di fronte.

A quarantacinque anni, vanta nove album e una serie infinita di premi, tra cui la vittoria al Festival di Sanremo del 1995: le sue canzoni – nonostante abbia vinto solo quell’anno – si sono sempre classificate in ottime posizioni in tutti i Sanremo e sono diventate delle hit che ancora oggi ricordiamo a memoria. Ma Giorgia non è solo Sanremo, perciò guardiamo insieme le migliori canzoni che ci ha regalato in questi anni.

#10 E poi


E’ la canzone con cui Giorgia fu lanciata nel mondo della musica nel lontano 1994. “E poi” non è contenuta nell’album uscito quell’anno – il primo della cantante – ma fu utilizzata per lanciare la giovane in radio. Ottenne un enorme successo, raggiungendo in pochissimo tempo anche il resto dell’Europa.
Oltre al testo, molto profondo e toccante, quello che caratterizza il testo è sicuramente la difficoltà canora, raggiungendo toni molto elevati partendo da note molto basse.

#9 Come saprei


Con “Come saprei”, Giorgia vinse il Festival di Sanremo del 1995. Scritta insieme a Eros Ramazzotti, la canzone è contenuta nel secondo album dell’artista, Come Thelma & Louise, che vendette quasi mezzo milione di copie.
Anche questa canzone vanta una gamma di note molto alte, su un testo profondamente dolce.

“Come saprei amarti io, nessuno saprebbe mai. Come saprei riuscirci io, ancora non lo sai.”

#8 Gocce di memoria


Composta per il film “La finestra di fronte”, la canzone fu il singolo più venduto del 2003, complice forse il fatto di aver riscosso moltissimi premi – tra cui il Nastro d’Argento alla Miglior canzone originale – e che sia di impronta autobiografica: il testo si riferisce, infatti, all’importanza dei ricordi nella vita delle persone. Il testo è riferito in particolare modo alla morte del compagno Alex Baroni, deceduto l’anno prima a seguito di un incidente.

#7 Strano il mio destino


La canzone, che arrivò terza nel Festival di Sanremo del 1996, parla di una donna che riflette su una storia passata che non riesce a dimenticare: dal testo deduciamo che sia stato un allontanamento forzato e molto doloroso, che non l’ha portata molto più in là dal suo amore. L’unico modo sarà quello di riconquistarlo con perseveranza e coraggio, affinché entrambi siano liberi di amarsi di nuovo e per sempre.

#6 Di sole e d’azzurro


Scritta da Zucchero, “Di sole e d’azzurro”, conquista il secondo posto al Festival di Sanremo del 2001 ed è contenuta nell’album Senza ali, uscito nello stesso anno. E’ una delle canzoni più famose di Giorgia ed è definita dalla cantante stessa come una delle più difficili del suo repertorio. Il testo è uno dei più belli mai scritti da Fornaciari e forse, vale la pena ricordare almeno il ritornello, che contiene dentro sé un messaggio molto bello.

“Vorrei illuminarti l’anima. Nel blu dei giorni tuoi più fragili, io ci sarò. Come una musica, come domenica, di sole e d’azzurro.”

#5 Marzo


Il testo è completamente autobiografico, fin dal titolo: Marzo, infatti, è il mese in cui è morto il compagno di Giorgia, Alex Baroni. La canzone parla del dolore lasciato dalla morte di una persona cara, che ti porta nel tempo a riflettere alle parole dette e ai gesti fatti: ti porta a chiedere quali errori hai commesso, se hai fatto capire a quella persona che l’amavi e che era importante per te. E’ uno dei testi più strazianti dell’artista.

#4 Vivi davvero


La canzone fu un vero tormentone dell’estate 2002. E’ un vero inno alla libertà di vivere la vita fino in fondo per evitare di avere rimorsi. Giorgia imposta la canzone in una sorta di preghiera ad evitare di farsi troppe paranoie poiché tutto potrebbe finire da un momento all’altro: è inutile quindi sottostare a troppe regole, che ti impongono di essere perfetto, ma mediocre.

#3 Cambiare – ft. Alex Baroni


Questa canzone in realtà è di Baroni e non di Giorgia, ma negli anni è diventato il simbolo del ricordo al cantante: in tutte le manifestazioni in onore del cantautore, non c’è volta in cui l’artista non canti “Cambiare”. E si sa, non si parla di Giorgia, se non si parla anche di Alex perciò ci teniamo anche noi a dedicargli un breve pensiero in questa giornata particolare.

I will pray (Pregherò) – ft. Alicia Keys


Singolo estratto dall’album Senza paura, del 2013, “I will pray” vanta la collaborazione dell’artista americana Alicia Keys. Nell’album esiste anche la versione da solista – totalmente in italiano – intitolata “Pregherò”. E’ uno dei duetti più belli nella storia della musica italiana: le due voci, entrambi potenti e bellissime, si incastrano perfettamente rendendo il testo – già malinconico – struggente.

#1 Dove sei


Scritta dall’attuale compagno della cantante, Emanuel Lo (che ne ha diretto anche il video), la canzone è contenuta nell’album Dietro le apparenze. Il testo racconta i pensieri che si annidano all’interno della mente di una donna ferita e delusa da un amore finito.


Loading...

Scrivi un commento