manchester

Attentato di Manchester, il cordoglio degli artisti italiani

Ancora un vile attacco, ancora un attentato all’intera civiltà occidentale: il terrorismo colpisce di nuovo e stavolta scuote direttamente il mondo dello spettacolo, della musica in particolare. Dopo la strage del Bataclan in Francia, ecco la Manchester Arena. Nella città inglese finisce in tragedia il concerto di Ariana Grande: ventidue i morti al momento e decine e decine di feriti. Molte delle vittime sono bambini e adolescenti, accorsi in quel luogo per trascorrere due ore in serenità all’insegna della loro musica preferita.

Un gesto ignobile, che ha profondamente turbato gli artisti della musica italiana, molti dei quali hanno rilasciato sui propri profili social messaggi di cordoglio. Mentre Giorgia ha direttamente risposto al laconico messaggio di Ariana Grande – “Non ho parole” – tra i primi a lasciare un tweet è stato Fedez, che analogamente ha scritto “Senza parole”, postando una foto con la scritta Manchester ed un cuore disegnato come simbolo di vicinanza per il popolo colpito.

Filippo Neviani, in arte Nek, ha proposto una preghiera “per le persone che sono state colpite da questo odio”, la collega Elisa si è espressa direttamente in inglese scrivendo “Praying for the injured and thinking of the families who lost their dear ones”. Si trovava in Inghilterra Cesare Cremonini, il quale, scosso da vicino, ha scritto “Qui Londra. Sarà una lunga, difficile e inaccettabile giornata. Spero di rientrare stasera”, invece Laura Pausini ha ricollegato questa tragica data, il 23 maggio, ad un altro fatto che ha profondamente segnato la storia recente dell’Italia, vale a dire la Strade di Capaci in cui nel 1992 venne ucciso Giovanni Falcone.

“Svegliarsi e scoprire che la musica viene strumentalizzata per ferire e uccidere. Ancora. Non ci sono davvero parole” è stata la riflessione di Annalisa, mentre Michele Bravi ha dichiarato di non avere parole di fronte a quanto accaduto: “Trasformare la bellezza della musica in una violenza così fredda”.

La redazione di Blogdimusica è vicina alle famiglie delle vittime che hanno perso la vita alla Manchester Arena.


Loading...

Scrivi un commento