Duemila volte, il testo della hit di Marco Mengoni

Poche novità in classifica in queste settimane di fine ottobre.
La classifica rimane più o meno invariata, con piccole variazioni a livello italiano e, in generale un tripudio di Dance Monkey.
E’ proprio il pezzo di Tunes and I, a monopolizzare le classifiche mondiali tornando in testa dopo essere sceso per un breve periodo al secondo posto.
A scalare la classifica troviamo uno dei personaggi più interessanti del nuovo panorama musicale, Post Malone che, sotto un aspetto da rapper, nasconde sonorità delicate e adatte al grande pubblico, come dimostra il suo risultato che lo vede in questo momento secondo in classifica.
Nel campo italiano arriva invece Duemila Volte di Marco Mengoni, pezzo a cui dedichiamo il testo di questa settimana.

Duemila Volte – Marco Mengoni:

Vorrei provare a disegnare la tua faccia
Ma è come togliere una spada da una roccia
Vorrei provare ad abitare nei tuoi occhi
Per poi sognare finché siamo stanchi
Vorrei trovare l’alba dentro questo letto
Quando torniamo alle sei
Mi guardi e mi dici che vuoi
Un’altra sigaretta
Una vita perfetta
Che vuoi la mia maglietta
Che vuoi la mia maglietta
Ho bisogno di perderti
Per venirti a cercare
Altre duemila volte
Anche se ora sei distante
Ho bisogno di perdonarti
Per poterti toccare
Anche una sola notte
Anche se siamo soli
Come l’acqua su Marte
Vorrei provare a non amare la tua faccia
Ma è come non portare gente ad una festa
Ci vuole troppo tempo e noi crediamo nella fretta
Cerchiamo voli per andare a Londra
Vorrei scordarmi per un giorno di me stesso
Quando torniamo alle sei
Mi guardi e ti dico che vorrei un’altra sigaretta
Una vita perfetta
Vorrei la tua bellezza
Vorrei la tua bellezza
Ho bisogno di perderti
Per venirti a cercare
Altre duemila volte
Anche se ora sei distante
Ho bisogno di perdonarti
Per poterti toccare
Anche una sola notte
Anche se siamo soli
Come l’acqua su Marte
Potremmo anche restare un po’ in silenzio
Mentre brucia lenta e non pensarci più
Potremmo anche lasciare la paura
Chiuderemo gli occhi per saltare giù
Ho bisogno di perderti
Per venirti a cercare
Altre duemila volte
Anche se ora sei distante
Ho bisogno di perdonarti
Per poterti toccare
Anche una sola notte
Anche se siamo soli
Come l’acqua su Marte


Loading...

Scrivi un commento