Gallagher torna libero, Traffik resta in carcere

Traffik e Gallagher erano finiti in galera con accuse di aggressione e furto nei confronti di alcuni fan.

Dopo una condanna a due anni e mezzo, ecco che Gallagher, a seguito del lavoro del suo avvocato è stato scarcerato e mandato ai domiciliari.

Addirittura, la condanna si è trasformata in un obbligo di firma che permetterà a Gallagher di fare musica e concerti pomeridiani nel corso dell’anno.

La stessa sorte non è toccata a Traffik che resta in carcere.

Il giovane infatti non è desiderato a casa e i genitori si sono detti stanchi delle sue uscite, tanto da richiedere al giudice di fargli scontare tutta la pena in carcere e non rimandarlo da loro.

La vicenda di Gallagher e Traffik è piuttosto cupa e vede i due aggredire dei fan che li stavano filmando per poi avere colluttazioni con altre persone presenti.

Una situazione che si sposa con i testi e con i video di Gallagher e Traffik che inneggiano a criminalità e comportamenti da bulli.

Mentre gli altri trapper si limitano a giocare con i testi e sono persone completamente differenti da quelle che raccontano le loro canzoni, Gallagher e Traffik sembrano essere entrati troppo nella parte, tanto da prendersi due condanne piuttosto elevate.

Staremo a vedere quale sarà il futuro del trapper traffik e se Gallagher riprenderà davvero a fare musica.

Nel frattempo lo troviamo che scrive:

“Quanto è bella Roma centro. Grazie a tutti quelli che mi hanno sostenuto”.

Una brutta storia nel mondo della trap italiana.


Loading...

Scrivi un commento