La playlist del liceo scientifico (VIDEO)

La scelta del liceo è una delle decisioni più importanti che un ragazzino di 13-14 anni deve prendere; c’è chi ha le idee chiare da anni, chi non ce le ha neanche un mese primo dell’inizio della scuola e chi ancora non ha alcuna preferenza se non quella di essere in classe con gli amici di sempre.

Se la vostra scelta, infelice o meno, è stata il liceo scientifico siete nel posto giusto. Abbiamo selezionato 10 canzoni che segnano le tappe e i momenti fondamentali, nel bene e nel male, di un povero studente che ha preferito la matematica al latino; dal primo approccio allo sfinimento pre-esame, ecco i brani in cui ogni studente potrebbe ritrovarsi:

#10 E’ La Scienza, Bellezza – Jovanotti

La playlist del liceo scientifico (VIDEO)

La canzone perfetta per il primo giorno di scuola, quando l’entusiasmo ti assale e non vedi l’ora di cominciare a fare sul serio. Jovanotti, tra chimica ed esperimenti, ci spiega cosa significa avere voglia di scoprire cose nuove.

#9 La Rivolta Dei Numeri – Chiara Dello Iacovo

La playlist del liceo scientifico (VIDEO)

Reduce dall’esperienza sanremese, la piccola Chiara ci porta a lezione di matematica, la sua matematica; dove i numeri primi si rivoltano e le tangenti fuggono dalle circonferenze. Un po’ come noi, che tra un esercizio e l’altro “scappiamo” con la fantasia e approdiamo su nuovi, bellissimi pianeti. “A cosa servono i numeri per calcolare la vita”? Cara Chiara, una domanda da mille milioni.

#8 Feel Good Inc. – Gorillaz

La playlist del liceo scientifico (VIDEO)

Dopo un esercizio riuscito non c’è spazio per sentimenti che non siano felicità e orgoglio, neanche avessimo vinto la coppa del mondo. “Feel Good” è un breve ma intenso momento che separa il veder combaciare il proprio risultato con quello del libro e il ricordarsi di averne altri 10 che ti aspettano.

#7 Ottetto Di Stabilità – Eugenio in Via Di Gioia

La playlist del liceo scientifico (VIDEO)

Ritornando alle scienze, in particolare alla chimica, come non citare la tanto “amata” regola dell’ottetto. In questa canzone il povero Eugenio sente l’irrefrenabile bisogno di studiare, un po’ come tutti in fondo…

#6 Help! – The Beatles

Beatles

Eccoci qua con il primo momento di sconforto, il primo di una lunga serie. Dopo una giornata estenuante, tra formule, numeri e teoremi, la percezione della realtà cambia radicalmente, ed è in quel momento che capiamo di aver bisogno di aiuto. I Beatles l’avevano capito prima di noi.

#5 Padre Nostro dei Satelliti – Le Luci Della Centrale Elettrica

La playlist del liceo scientifico (VIDEO)

Le Luci Della Centrale Elettrica (aka Vasco Brondi) in questa canzone si affida a un Dio un po’ particolare. Nel suo ultimo album, “Costellazioni”, come si può intuire dal titolo, sono davvero tanti i riferimenti alla geografia astronomica anche se nei testi tutto prende un accezione puramente simbolica. Quando si dice “vedere le cose da un altro punto di vista”.

#4 Where Is My Mind? – Pixies

La playlist del liceo scientifico (VIDEO)

Quante volte ci siamo fatti questa domanda. Dove ho la testa, “where is my mind”? Probabilmente tante, tante volte. Il consiglio è: quando capite che il cervello è andato a farsi una passeggiatina, prendetevi una pausa, andate a cercarlo con calma e una volta trovato riprendere a studiare. Oppure no.

#3 Organs – Of Monsters And Men

La playlist del liceo scientifico (VIDEO)

Se biologia al triennio è il vostro incubo, forse “Organs” potrebbe farvi cambiare idea. La dolcezza della voce di Nanna in questa canzone lascia senza parole, ed è sicuramente un buon modo per fare un break.

#2 Mi sono rotto il cazzo – Lo Stato Sociale

La playlist del liceo scientifico (VIDEO)

Il giorno prima di un’interrogazione, un compito in classe, dell’esame di stato; dopo aver studiato per una settimana di fila, con il cervello che ti fuma, decidi di alzarti finalmente dalla sedia e tuffarti sul divano, esausto. Ci siamo capiti.

#1 Arrivederci Tristezza – Brunori Sas

La playlist del liceo scientifico (VIDEO)

Questo invece è il giorno dopo l’esame o l’interrogazione che sia, quando capisci di essere libero per un po’ di tempo, ricordandoci però che, come scrive il buon Dario Brunori:

“Milioni di libri non servono a niente se servono solo a nutrire una mente che mente”


Loading...

Scrivi un commento