“Donna al volante, pericolo costante” dicono. I modi di dire, sessisti per di più, ce li tramandiamo di generazione in generazione. Sebbene non si sappia da chi, da qualcuno avranno pur avuto origine. Probabilmente da una donna che guidava con un uomo petulante e lagnoso accanto, di quelli che ti fanno innervosire solo a guardarli mentre compiaciuti si fanno scarrozzare dall’estetista, dal parrucchiere e infine a fare shopping. Se ci innervosiamo e iniziamo a guidare come se fossimo Michael Schumacher diventiamo un pericolo, si. Per chi ci sta accanto però. Che poi, essendo uomo, si sa che è colpa sua. Quindi prendetevela con voi stessi, maschi.
Oltretutto questo mito è vecchio e sfatato, anche nei film. Ormai non è più attuale.

Piuttosto, il vero pericolo nella maggior parte dei casi, soprattutto per le vere amanti della guida è la nostra playlist. Quella che il solito uomo petulante ci critica in continuazione. E per questo ci piace sempre più, così, a dispetto. Se imparassero a stare zitti, a portarci fiori e cioccolatini ogni giorni e un bonifico ogni mattina forse potrebbero anche scegliere una canzone alla settimana da ascoltare. Ma fin quando non sarà così, dovrete assorbirvi la nostra playlist e stare zitti. Ho già detto stare zitti?

Le migliori coppie, anche quelle consolidate e vicine al matrimonio hanno dovuto dirsi addio davanti alla playlist sbagliata, sempre per colpa dell’uomo, ovviamente, così per presa posizione.

Ecco perché Blog di Musica viene in soccorso, per le poche che ancora non hanno la playlist perfetta da ascoltare in macchina. Perché donna al volante, canzone costante.

Alanis Morissette – Ironic

A chi non piace questa canzone? Alanis Morissette ci ha insegnato che durante un viaggio non siamo mai sole, soprattutto noi donne, che abbiamo il disturbo bipolare incorporato nel Dna. Ma son dettagli, meglio non diffonderli. Nell’arco di un’ora ci trasformiamo venti volte in preda agli sbalzi di umore, cantiamo, ridiamo, gioiamo, piangiamo, gridiamo, ci arrabbiamo. Insomma le solite cose.

Cardigans – Favorite Game

Pensandoci bene, forse Nina Persson, la cantante dei Cardigans ha potuto contribuire e incentivare la diffusione di questa credenza popolare delle donne che al volante fanno paura. Nel famosissimo video “Favorite Game” guida senza timore contromano ad alta velocità, spaventando chiunque si trovi davanti. Ma dai, non crederete davvero che siamo tutte così?

Shania Twain – You win my love

La sobria e poco eclettica Shania Twain nel video di “You win my love” la ritroviamo alla guida di una race car, a suo agio come poche persone sanno essere. Bene, immaginate anche noi su una pista come quella. Paura?

Aretha Franklin – Freeway Of Love

Già la grandissima, inestimabile Aretha Franklin, voce gospel americana che si è fatta conoscere e amare in tutto il mondo pensò bene di metterli alla guida di un’auto nel video di “Freeway of love”. Non può mancare nella nostra playlist si song tutte al femminile.

Baby K e Giusy Ferreri- Roma Bangkok

Molto più recente, “Roma Bangkok” ci ha fatto ballare tutta l’estate e la sentiamo ancora risuonare nella nostra testa. In quante saremmo volute essere a bordo di quell’auto decappottabile in quel viaggio così spensierato. Poi, se c’è anche il belloccio Roberto Treglia come dire di no?

ShetchShe

Le SketcShe i maschietti se le ricordano molto bene, sicuramente. Inutile mentire.
Loro sono tre modelle di Sidney, Shae-Lee Shackleford (28 anni), Lana Kington (25) e Madison Lloyd (27) e hanno lasciato la passerella per darsi alla comicità, mimando in auto i più grandi successi del presente e del passato. In altre parole, sono star nell’arte del lip dub, e cioè nel confezionare video musicali che combinano sincronizzazione e doppiaggio audio di grandi hit. Dopo il video da oltre 18 milioni di clic in cui reinterpretavano “Bohemian Rhapsody” dei Queen, in una clip, che ha fatto il giro del web interpretano in un medley ben 10 canzoni diverse: abbondano, come sempre, costumi e coreografie. Ma, tutti sapete come va a finire: senza veli. Vi basta così poco.

Serebro – Mama Lover

I ragazzi che hanno aperto questo articolo l’hanno fatto con un solo scopo: ritrovare il video che li ha fatti impazzire. Parliamo delle provocanti e spudorate Serebro, che in “Mama Lover” ballano e cantano in macchina lasciando trasparire più e più volte slip e non solo, mangiando lecca-lecca di dubbia forma facendo perdere anche quei pochi neuroni rimasti agli imbambolati che popolano questo Pianeta. Sicuramente le Serebro hanno capito come attirare la loro attenzione. E noi che ci ostiniamo a parlare con loro. A che serve?

Cosa non manca mai nella vostra playlist da guida?