anime e musica

La musica negli anime giapponesi

Dagli anni 80’ ad oggi manga ed anime si sono sempre rivolti ad un pubblico molto variegato, e di tutte le età. La loro fortuna ed il loro successo consistono nel porre al centro della storia una passione travolgente, che impegna la vita quotidiana dei suoi personaggi, come, ad esempio, lo sport, nei cosiddetti spokon. In questo caso, protagonista è la musica, e la lista è veramente lunghissima.

Noi ci soffermeremo sui famosi anime “musicali” provenienti dai mitici anni 80’ fino agli anime più recenti, che, ovviamente, hanno la musica come protagonista, ed è interessante notare come i gruppi rock animati riflettono le mode dei tempi a cui guardano, insomma, il mondo degli anime non è un mondo a parte, ma si rivela un intelligente lettura del mondo reale.

Il gruppo rock Bee Hive in Love Me Knight – Kiss Me Licia, impossibile non ricordarlo! Questo manga, trasformato in una serie anime, è arrivato in Italia nel 1985 con il titolo Kiss Me Licia.

Lo stile eccentrico glam-rock anni 70’ e 80’ conquista la scena: Go Kato, in Italia Mirko, il capellone bicolore, così istericamente chiamato dal padre di Yakko, (Licia), è il cantante leader dei Bee Hive, un gruppo rock in crescita, con Satomi, il talentuoso tastierista, e loro rivali saranno i Kiss Relish, il cui punk leader è Shiller, con il suo mitico trucco viola e la sua ambiguità sessuale. Potremmo tranquillamente paragonare lo stile di Go al biondissimo Billy Idol anni ’80, c’avreste mai pensato?

Inoltre, nel 1983 furono pubblicati in Giappone “Debut Bee Hive” e “Yakko, I love you”, due album contenenti le canzoni cantate dai Bee Hive e dai Kiss Relish, mentre l’altro contente le canzoni ispiratrici delle serie. Mentre in Italia, Kiss me Licia e i Bee Hive fu disco di platino con 200.000 copie vendute.

La celebre Creamy Mami, icona della canzone pop giapponese nella popolare serie anime, trasmessa in Italia nel 1985 con il titolo L’incantevole Creamy.
Creamy, la cantante adolescente dai capelli glicine, serviva a rappresentare e a promuovere Takako Ohta, una cantante idol giapponese. Il suo primo successo fu, infatti, Delicate ni Suki Shite, in Italia conosciuta come Dimmi che mi ami teneramente.

Nana, cantante della punk band Black Stones, o, come spesso vengono chiamati, “Blast”. La serie anime è tratta fedelmente dal manga josei, quindi dedicato alle ragazze più adulte, scritto da Ai Yazawa. La serie viene trasmessa sul canale MTV nel corso del 2007.

La doppiatrice di Nana Osaki, cantante dei Blast, è Anna Tsuchiya. E’ lei la cantautrice delle sigle iniziali e finali. Inoltre, gli album contenenti le colonne sonore di Nana hanno avuto un grande successo nelle classifiche giapponesi.

Beck, una band underground chiamata Mongolian Chop Squad. La serie anime viene trasmessa in Italia nel 2004 su MTV. L’argomento musica è presente a tutto campo, sia negli aspetti passionali che tecnici. Vengono, ad esempio, identificate le chitarre elettriche possedute dai vari componenti del gruppo!

Il protagonista della storia è Yukio, possiede una Fender Telecaster, ed è l’ultimo membro ad entrare nella band; Ryusuke, la cui figura è ispirata a Jimmy Page, suona una Gibson Les Paul Standard. Yeah!


Loading...

Scrivi un commento