estate

Le più belle canzoni italiane sull’estate

“Non c’è che una stagione: l’estate. Tanto bella che le altre le girano attorno. L’autunno la ricorda, l’inverno la invoca, la primavera la invidia e tenta puerilmente di guastarla”. Con questa espressione lo scrittore Ennio Flaiano descrive la terza stagione astronomica.

L’estate è senza dubbio la stagione più propizia a favorire la nascita dei tormentoni musicali, di cui spensieratezza, semplicità e ritmo rappresentano le tre componenti caratterizzanti. Numerosi sono gli artisti italiani che hanno scelto di intonare note rivolte a questo splendido periodo dell’anno: ecco la nostra personale playlist di canzoni incentrate sull’estate.

Giuni Russo, Un’estate al mare. L’eleganza e la potenza della compianta cantante siciliana emerge tutta qui, in questa hit che dal 1981 ad oggi mantiene intatta la sua energia e scandisce ancora i nostri giorni.

Luca Carboni, Mare mare. È il 1992 e all’interno di quello straordinario album intitolato smeplicemente “Carboni”, contenente all’interno pezzi storici come Ci vuole un fisico bestiale e Le storie d’amore, ecco questo brano leggero, ma lievemente malinconico: non il classico pezzo estivo, poiché nasconde quel senso velato di insoddisfazione di ognuno derivante dalla mancata consapevolezza di quali rappresentino davvero gli obiettivi dell’estate.

Jovanotti, L’estate addosso. Pubblicato come terzo estratto di Lorenzo 2015 CC, viene ideata per far da colonna sonora all’omonimo film di Gabriele Muccino.

Negramaro, Estate. Secondo estratto di Mentre tutto scorre, uno dei bestseller del gruppo salentino, questo brano diventa la colonna sonora della stagione balneare 2005. Fu cantata successivamente anche da Fiorella Mannoia.

883, La lunga estate caldissima. La gioia dell’arrivo della stagione estiva è espressa in questa canzone del 2001 tratta da Uno in più. Simpatico il video, in cui Max Pezzali, a Los Angeles con un cappello da cowboy e alla guida di una lunga auto americana decappottabile, offre un passaggio in macchina ad alcune bellissime ragazze per portarle al mare. Le ragazze accettano l’invito, ma alla fine Max si accorge che si è trattato solo di uno scherzo della sua fantasia e di essere in realtà solo in macchina.

Ladri di biciclette, Sotto questo sole. Dalla penna di  Francesco Baccini, Paolo Belli ed Enrico Prandi nasce questo tormentone che nel 1990 rimane in classifica fino al novembre dello stesso anno.

Edoardo Vianello, Abbronzatissima. Chi non conosce questo mitico 45 giri edito nel 1963 assieme a Il Cicerone, che costituiva il suo lato B? Una canzone rimasta immortale a distanza di oltre mezzo secolo.

Gianluca Grignani, L’estate. Il rocker milanese incide questo pezzo nel 2002, inserendolo in uno dei suoi migliori album prodotti, Uguali e diversi, e lanciandolo come quarto singolo.

Edoardo Bennato, Ritorna l’estate. Del cantautore napoletano si ricorda il ritmo latino del brano Notte di mezza estate cantato in collaborazione con Alex Britti, e poi c’è questa, tratta da L’uomo occidentale (2003).


Loading...

Scrivi un commento