Tanti auguri David Guetta: le 10 migliori collaborazioni del DJ francese (FOTO E VIDEO)

Diciamocelo, negli ultimi tempi è passato in secondo piano. I vari Avicii, Tiesto, Armin Van Buuren e company gli hanno rubato la scena. Senza contare Hardwell, ormai “miglior dj al mondo” incontrastato, premiato con questo titolo già nel 2013 e nel 2014, che si appresta a vincerlo anche quest’anno. Ma il dj che ci ha fatto appassionare alla musica dance e successivamente anche a quella house, quello che tutti ricordiamo è solo lui: David Guetta.

Attivo dal 1980, ovvero da quando tanti suoi rivali di oggi ancora non erano neanche nati, ha pubblicato 7 album tra cui un live e una raccolta. Ha inoltre collaborato con decine di case discografiche, ma quello che rende davvero David Guetta il numero uno, nonostante ormai i sondaggi, come abbiamo visto, gli abbiano voltato le spalle, sono le sue numerosissime collaborazioni.

Akon, Afrojack, Black Eyed Peas, Estelle, Flo Rida, Kid Cudi, Nicki Minaj, LMFAO, Rihanna, Lil Wayne, Ludacris, K’naan, Taio Cruz, Snoop Dogg, Madonna, Christina Aguilera, Ne-Yo, will.i.am, Sia sono solo alcuni dei nomi con cui ha, appunto collaborato. Selezionare i suoi 10 featuring migliori è un’impresa assai ardua, tuttavia proveremo ad inserire i pezzi che ancora oggi, ogni tanto, ci ritroviamo a canticchiare.

Club Can’t Handle Me-Flo Rida

Tradotto letteralmente “il club non può gestirmi”, brano realizzato in collaborazione con il rapper statunitense Flo Rida, colonna sonora di Step Up 3D ma anche delle estati 2011-2012. Testo e ritmo coinvolgenti, ma soprattutto un bellissimo videoclip.

Memories-feat. Kid Kudi

Quarto singolo ad essere estratto dall’album del dj francese, in questo brano interprete principale, con Kid Cudi assoldato alle corde vocali. Ecco il simpatico video di questo singolo campione di vendite.

Titanium-feat. Sia

Un altro brano in cui è il nostro mostro della console a recitare la parte principale. Per questo pezzo, che appare più contenuto e dalle atmosfere più tranquille dei precedenti, la voce è quella di Sia. Ecco il videoclip del brano che risale al 2011.

Getting over you-feat. LMFAO, Chris Willis, Fergie

Alzi la mano chi non la vorrebbe riascoltare ancora oggi in tutte le discoteche. Una pietra miliare della musica electro-house, questa volta con ben tre cantanti alla corte di David. Qui il videoclip di uno dei migliori pezzi dell’annata 2010.

Where Them Girls At-feat. Nicki Minaj, Flo Rida

Questa canzone non fa certo abbassare i toni. Ancora un brano degli anni d’oro del “brand” Guetta, tormentone estivo ed in testa alle classifiche di quasi tutta Europa, dal Mediterraneo ai paesi nordici.

Turn me on-feat. Nicki Minaj

Dopo aver visto che solo David Guetta può distruggere i record di ascolti e visualizzazioni di se stesso, inseriamo un brano dello stesso album del precedente e con la stessa voce femminile a fianco del noto produttore. Pur avendo avuto un successo assai minore dei suoi predecessori, Turn me on non è di certo passata inosservata.

Lovers on the sun-feat. Sam Martin

Facciamo un balzo fino ai giorni nostri, e vi proponiamo questa interessante collaborazione con Sam Martin. Primo estratto del suo album “Listen“, risalente all’anno scorso, il brano è stato disco di platino anche in Italia, sebbene sembra sia stato già dimenticato.

She Wolf (Falling to Pieces)-feat. Sia

Squadra che vince non si cambia, così è stato con Nicki Minaj e così è stato anche con Sia. Pubblicato nell’agosto 2012, nove mesi dopo Titanium, il brano uscito in download digitale dimostra che David Guetta non è solo electro. Qui il videoclip, con quasi 360 milioni di views.

Shot me down-feat. Skylar Grey

Rivisitazione piuttosto originale del successo di Nancy Sinatra. Fino a pochi mesi fa risuonava in discoteche, radio, palestre del nostro paese. Un pezzo che sicuramente dà la carica e che vanta un video tra i più originali di sempre.

Bad-feat. Vassy (con Showtek)

Segue il singolo precedente Shot me down e ne ricalca lo stile nel videoclip. Tra gli altri, anche Manian ha collaborato alla scrittura del pezzo.

Play Hard-feat. Ne-Yo, Akon

Sicuramente la stavate aspettando dall’inizio, tranquilli, non ci siamo dimenticati di Play hard. Dulcis in fundo, il brano è ancora un altro estratto dell’album Nothing but the beat. In moltissimi lo considerano il “manifesto” del disc jockey, o almeno del suo periodo più recente.

Nonostante siamo stati costretti a lasciare fuori numerosi successi, e le varie Right Now e Just One Last Time stiano urlando per questa ingiustizia, auguriamo con questo pezzo buon compleanno alla storia dell’electro. Sperando di aver, magari con un po’ di nostalgia, risvegliato i ricordi dei primi anni della musica house con le canzoni che ci hanno fatto appassionare.


Loading...

Scrivi un commento