Le 5 canzoni più belle di Antonello Venditti (VIDEO)

Antonello Venditti, classe 1949, è uno dei più amati rappresentanti della musica italiana. Da oltre oltre 40 anni il cantautore romano è amato da grandi e piccini.

Le sue canzoni sono piccoli capolavori, ogni canzone parole e armonie sempre nuove. Ogni brano di Antonello Venditti è portato con amore nel bagaglio musicale degli italiani. Tanti, tantissimi i suoi successi, da Grazie Roma ad Alta marea, da Ricordati di me a Dalla pelle al cuore e ancora Ci vorrebbe un amico, Che tesoro che sei, Non so dirti quando e tante ancora.

Un cantautore straordinario Antonello Venditti, un abile paroliere dalle doti vocali particolari e inimitabili. Quando canta riesce ad emozionare con sensazioni e sapori sempre nuovi. E per rendere omaggio ad un cantautore come pochi, Blog di musica ha selezionato, non senza difficoltà, le cinque canzoni più belle di Antonello venditti.

Ogni volta

QUI il video.

Era il 1995 quando Antonello cantava questa indimenticabile canzone. Una canzone che narra la tristezza di una storia d’amore finita e la sofferenza che inevitabilmente ne deriva.
“E mille nuovi amori cercherò per non amarti più ma mai nessuna al mondo sarai tu. E stanotte la passi con lui
ma ogni cosa ti parla di noi”
cantava il cantautore romano.

Unica

QUI il video.

Una canzone di un amore finito, infranto. Lei è andata via ed è “danno e amore” di Lui.
“E’ un atteggiamento, è la mia vita, è una canzone d’amore che porto dentro di me” dichiarava in un’intervista Antonello Venditti.

Alta Marea

QUI il video.

Nel 1991 Antonello Venditti realizzava un adattamento in italiano di Don’t Dream It’s Over, una canzone di Neil Finn che in Italia rimase sconosciuta. Il cantautore nostrano cantava Alta Marea 15 anni fa che fu registrata sull’album Benvenuti in paradiso ed è ancora una delle canzoni più conosciute e amate del suo repertorio.

Grazie Roma

QUI il video.

Il brano fu eseguito per la prima volta allo Stadio Olimpico nel 1974. Grazie Roma, meglio conosciuta come Roma, Roma, è diventato negli anni l’inno di Roma e della Roma, la squadra che Venditti tifa, ha infatti il cuore giallo-rosso.

Non so dirti quando

QUI il video.

“Una delle canzoni a cui tengo maggiormente di questo disco è ‘Non so dirti quando’: ha un significato che si apre a diverse possibili interpretazioni e il testo, che è nato fuori ad un supermercato, può essere interpretato anche come un arrivederci ad una persona che non c’è più”– questo è ciò che racconta Venditti sulla canzone, singolo estratto dall’album di gran successo Tortuga.


Loading...

Scrivi un commento