Max Gazzè, un successo ‘Coast to Coast’

Non si può di certo dire che Max Gazzè si stanchi di fare musica, lo dimostra la scelta di cominciare un tour ancor prima di terminare l’esperienza a tre con Niccolò Fabi e Daniele Silvestri.

Uno spettacolo che bada poco alla forma, ma tantissimo alla sostanza è quello offerto da Max e dalla sua band che, forse con un po’ di presunzione, potremmo definire ‘super’; Gazzè ha infatti deciso di circondarsi dei musicisti che lo accompagnano praticamente da sempre: alla chitarra Giorgio Baldi, Clemente Ferrari ai sintetizzatori e alle tastiere, Massimo ‘Dedo’ De Domenico agli strumenti a fiato e, infine, Cristiano Micalizzi alla batteria.

L’intesa che c’è tra i 5 è difficile da riscontrare nel panorama italiano, l’esperienza del pubblico non si limita quindi alle sole poesie di Max, ogni singolo spettatore può godere di uno spettacolo musicale a 360°.

Dopo aver elogiato la sua band, non possiamo non spendere parole al miele per uno dei cantautori più attivi e di successo di tutto lo stivale. Il concerto è un susseguirsi di emozioni, alcune conferite dalla genialità dei testi, altre dalla dolcezza di canzoni come ‘Mentre Dormi’, ‘I tuoi maledettissimi impegni’ e ‘L’amore non esiste’, quest’ultima riproposta senza l’ausilio di Fabi e Silvestri.

In scaletta non sono mancati capolavori come ‘La Favola di Adamo ed Eva’, ‘Una musica può fare’, ‘Il timido ubriaco’, ‘Il solito sesso’ e ‘Cara Valentina’, è stato proprio quest’ultimo pezzo a mettere in evidenza il feeling tra Max e il suo pubblico, disposto a intonare centinaia di volte frammenti di questa canzone.

Come tutti i grandi artisti, dopo la fine programmata del concerto, hanno concesso un bis che ha infiammato l’Arena Vittorio Emanuele di Portorosa (ME), dove abbiamo avuto la fortuna di assistere allo spettacolo, facendo balzare in piedi tutti i presenti e portandoli sotto il palco.

Capace di attirare un pubblico di tutte le età, il ‘Coast to Coast’ è da vedere…a tutti i Coast!


Loading...

Scrivi un commento