Sanremo

Sanremo 2020, Amadeus presentatore e direttore artistico

Tutte le indiscrezioni della vigilia sono state rispettate e così giunge l’ufficialità che sarà Amadeus il prossimo presentatore e direttore artistico del Festival di Sanremo 2020.

Per l’edizione numero 70, la Rai ha deciso di guardare in casa propria e puntare su uno dei cavalli di razza della tv di Stato, che proprio con la musica – e con la Radio Deejay targata Claudio Cecchetto – è esploso, prima di condurre sulle reti Mediaset alcune celebri edizioni dei Festivalbar di Vittorio Salvetti.

Ora il compito più difficile: prendere il timone della più importante e longeva kermesse di musica del Bel Paese e succedere al biennio targato Claudio Baglioni, che tanto bene ha fatto dal punto di vista degli ascolti (decisamente meno per quanto riguarda il lato delle vendite discografiche).

Sarà un Festival della canzone italiana “all’insegna della coralità e della celebrazione”, recita il comunicato Rai, in cui si sottolinea come, nel corso delle cinque serate, non mancheranno i volti storici che hanno caratterizzato Viale Mazzini nel corso di questi decenni (viene in mente un nome su tutti, quello di Pippo Baudo).

E si parla anche di superospiti nostrani che nel corso della settimana potrebbero affiancare il conduttore: circolano i nomi di Lorenzo Jovanotti, che come Amadeus da Deejay è partito oltre trent’anni fa, o soprattutto Fiorello, che in autunno sarà protagonista su Rai Play.

Al settimo cielo il neo designato conduttore, che parla di sogno che si avvera e ringrazia tutta la Rai, a partire dall’amministratore delegato Fabrizio Salini. Assicurando di volersi mettere subito al lavoro, conclude: “Non dimentichiamo che sarà la 70^ edizione, è un numero importante. Sarà il Sanremo di tutti quanti e quindi: viva”.

L’appuntamento, allora, per il 70° Festival di Sanremo, è fissato tra il 4 e l’8 febbraio; una sola serata, invece, dedicata a Sanremo Giovani, collocata per il giorno martedì 17 dicembre.


Loading...

Scrivi un commento