Buon compleanno Max Pezzali: le sue frasi più belle (FOTO E VIDEO)

Gli anni, oltre ad essere il titolo di una delle sue canzoni più famose ed apprezzate, tra le migliori della musica italiana, sono quelli che passano anche per lui. Oggi Max Pezzali, ex cantante degli 883, che da tempo intraprende una carriera solista, spegne 48 candeline. Un’icona che ha segnato intere generazioni e che, con il suo gruppo, ha dominato il panorama musicale degli anni ’90, prima leggendo brillantemente i bisogni e le esigenze dei giovani dell’epoca, poi arrivando a interpretarne le idee e lo stile di vita.

Anche se molti suoi fan preferiscono quella parte del suo percorso musicale, Max adesso, senza più Repetto al suo fianco, non è da meno. Lo dicono gli 8 album da solista, l’ultimo, Astronave Max, risalente a pochi mesi fa. Aggiungendoci gli 11 pubblicati con la band fondata in onore della mitica 883-Harley Davidson, otteniamo il profilo di uno dei cantanti più seguiti di sempre. Attraverso 10 delle sue frasi più belle, con relativa canzone, omaggiamo il cantante che ha saputo farci ballare, divertire ma anche riflettere.

“..il tempo passa per tutti lo sai
nessuno indietro lo riporterà neppure noi..”

Cominciamo subito forte con Gli Anni. Canzone intramontabile, tutto il testo meriterebbe di essere ricordato. Per molti, la canzone più bella della musica italiana.

..sei il primo mio pensiero che
al mattino mi sveglia
l’ultimo desiderio che
la notte mi culla..

Passiamo ad una canzone d’amore, intitolata semplicemente “Eccoti”. A distanza di anni rimane ancora originale ed unica nel suo genere. Si consiglia l’ascolto della versione 2013 con Francesco Renga.

Nella buona sorte e nelle avversità,
nelle gioie e nelle difficoltà
se tu ci sarai
io ci sarò..

Risalente al 1998, inclusa nell’album “Gli anni”, come Eccoti è un esempio ancora unico di canzone d’amore. Max in Io ci sarò canta il rifiuto di fingersi ciò che non si è. Come dargli torto?

Io
di risposte non ne ho
mai avute mai ne avrò
di domande ne ho quante ne vuoi..

Ci sono anch’io è un brano oggi spesso dimenticato che però una decina di anni fa era conosciuto ovunque. E’ stato anche utilizzato come colonna sonora del cartone animato “Il pianeta del tesoro”.

..sarà il vento o sarai tu
la voce che risponde ai miei perché..

L’atmosfera di Nord Sud Ovest Est è in pieno stile western. Non mancano stregoni e tribù ma soprattutto deserti e praterie da percorrere alla ricerca di qualcosa che non conosciamo nemmeno noi.

..lascia perdere tutta questa gente
e non credere di te non importa niente..

Dedicata ai maestri e alle maestre del “lo farei meglio io”. Contro tutti coloro che, come si suol dire, pretendono di insegnarti a correre mentre stanno fermi, Tieni il tempo è presente, anche lei dal 1998.

E tutto va come deve andare o per lo meno così dicono..
e tutto va come deve andare o per lo meno me lo auguro..”

Un famoso aforisma di Oscar Wilde riassumeva un concetto simile, dicendo che nella vita le uniche due tragedie sono non ottenere ciò che si vuole ed ottenerlo. Chissà che Max non si sia ispirato proprio a lui in Come deve andare , parlando prima di rassegnazione nei confronti dello scorrere del tempo poi sperando che tutto vada come lui aveva auspicato.

Lo strano percorso
di ognuno di noi
che neanche un grande libro un grande film
potrebbero descrivere mai
per quanto è complicato
e imprevedibile
per quanto in un secondo tutto può cambiare
niente resta com’è.

E da “Uno in più” del 2001 arriviamo ad un singolo estratto tre anni da “Il mondo insieme a te”. Recentemente riproposto in duetto con Eros Ramazzotti all’interno di Max 20, Lo strano percorso parla di un amore adolescenziale nato tra i banchi di scuola che, come spesso accade, è solo il punto di partenza di qualcosa di molto più grande.

..chissà se qualcuno ti ha detto mai
cosa sei stata tu per noi
Tu la Regina del Celebrità
bella magnifica senza un’età..

Probabilmente non sapremo mai chi fosse questa fantomatica regina di uno dei locali più frequentati di Pavia ai tempi di Max. Fatto sta che ne è venuto fuori un pezzo manifesto del divertimento giovanile, dedicato a tutte le ragazze che, al centro della pista, ne facevano innamorare dieci a serata. Aggiungeteci la partecipazione, in alcune versioni, degli Eiffel ’65 ed ecco il biglietto da visita degli anni 2000 in Italia.

..la regola dell’amico non sbaglia mai
se sei amico di una donna
non ci combinerai mai niente
mai “non vorrai
rovinare un così bel rapporto”

E per concludere questa playlist in nome del Max Pezzali interprete dei suoi tempi e precursore di quelli futuri, non poteva mancare una citazione de “La regola dell’amico”. Che, non dimentichiamolo, lo ha reso il primo in Italia ad accendere i riflettori su una piaga sociale spesso trascurata: la friendzone.

Anche in questa top ten, ovviamente, ci sono delle grandi escluse. Basta leggere la tracklist di uno qualsiasi degli album del Max solista o degli 883 per rendersi conto che non basterebbero pagine e pagine per omaggiare adeguatamente questo cantante. Abbiamo scelto i titoli più rappresentativi di un gruppo e di una voce che, come già detto, hanno contraddistinto e delineato ben due decadi. E niente, purtroppo Con un deca non siamo riusciti a dire quanto Max sia grande per noi. Ma lui aveva previsto anche questo.


Loading...

Scrivi un commento