Sanremo

Chi condurrà il Festival di Sanremo 2018? Impazza il totonomi

Archiviato con un successo sopra ogni aspettativa il Festival di Sanremo 2017, che ha consacrato a livello canoro Occidentali’s Karma di Francesco Gabbani, in Rai fervono i preparativi per la nuova edizione. A poco più di sei mesi, impazza il totonome sul conduttore chiamato a raccogliere la pesante eredità di Carlo Conti.

Sarà difficilmente ripetibile l’altissimo share di ascolti che il conduttore toscano ha raccolto nei suoi tre anni consecutivi (nell’ultimo in particolare), per cui il lavoro che ha davanti a sé la tv di Stato non è affatto facile. Le indiscrezioni circolano da mesi, ma è difficile capire chi possa salire sul palco del Teatro Ariston il prossimo febbraio.

I nomi più gettonati erano due, ma entrambi, in un modo o nell’altro, hanno smentito: da una parte Paolo Bonolis, che avrebbe accettato solo in caso di storica decisione di spostare lontano dall’Ariston la kermesse musicale (in Rai ci stanno pensando, ma per gli anni avvenire, dal momento che, attualmente, il comune di Sanremo è fortemente contrario); dall’altra Fabio Fazio, che proprio negli ultimi giorni ha smentito un suo coinvolgimento perché nel pieno dell’impegno per preparare il nuovo programma che lo riporterà su Rai Uno.

E allora? Le alternative non mancano, ma nessuna di queste appare un nome forte. Sono quelle di Fabrizio Frizzi, comunque abituato a condurre prime serate di prestigio; Amadeus, che il pubblico spesso in prima serata non l’ha premiato nonostante la sua apprezzata sobrietà; Pippo Baudo, che è il più esperto di Sanremo, ma che… è ora di cambiamento!

Potrebbe tornare Antonella Clerici, per la quale si paventa una possibile conduzione inedita al fianco di Massimo Ranieri, il quale, sì, meriterebbe di avere una chance di condurre il Festival. Non manca poi molto tempo affinché la Rai scopra le sue carte; chi la spunterà alla fine dei giochi?


Loading...

Scrivi un commento