ter

Dati di ascolto radio, RTL 102.5 regina del primo semestre 2019

Sono stati resi noti da TER – Tavoli Editori Radio, i dati di ascolto radiofonici relativi al primo semestre 2019. Scopriamo chi sale e chi scende nella clalssifica dei network più ascoltati d’Italia.

Si conferma, ormai da qualche anno al vertice, RTL 102.5. La radio di Lorenzo Suraci è nettamente la più ascoltata del Bel Paese e, sebbene debba fare i conti con un impercettibile (-0.7%) calo rispetto al semestre precedente, supera abbondantemente i sette milioni e mezzo di ascoltatori.

Tra l’altro, lo stesso network festeggia anche il bel risultato della sorella RadioFreccia, che tra le nazionali è quella che cresce maggiormente (+19,8%) e supera il milione di ascoltatori nonostante sia nata da poco. Poco sotto la stessa cifra, invece, Radio Zeta, che comunque non ha frequenze che coprono l’intero Stivale.

Seconda posizione per RDS, la quale, nonostante il podio, non se la passa troppo bene e perde il 3.5%. Prova la rimonta Radio Deejay, che chiude il podio seguita da Radio Italia: di fatto, queste sono le uniche radio capaci di superare i cinque milioni di ascoltatori.

Scorrendo la graduatoria, si trova una Radio 105 (capofila del gruppo Mediaset) in fase calante e soprattutto Radio Rai che fa registrare le peggiori performance: Radio 1 al -3,1%, Radio 2 addirittura al -5,5% (praticamente stabile Radio 3).

Se le emittenti di Stato non attraversano un buon momento, chi può brindare è Radio KissKiss, Radio 24, ma soprattutto M2o e Virgin: si tratta, in tutti i casi, di radio che vantano dai due ai tre milioni di ascoltatori.

Vi è, infine, il caso di radio interregionali, ma dagli ascolti migliori rispetto ad alcune colleghe ‘nazionali’: è il caso, per esempio, di Radio Subasio, che la fa da padrona nell’Italia centrale e anche dopo l’acquisizione da parte di Mediaset prosegue nel suo ottimo momento, e di Radio Sportiva, che racconta il calcio e tutti i principali eventi sportivi.

ter-semestre-2019


Loading...

Scrivi un commento