bob-dylan

Bob Dylan, all’anagrafe Robert Allen Zimmerman, è uno dei più celebri cantautori americani del XX secolo. A lui va il merito di aver saputo fondere la poesia e la canzone in modo efficace e alla portata di tutti.

La sua popolarità risale in particolare agli anni ’60, quando i temi politici e sociali erano al centro della quotidianità e i movimenti di protesta erano molto numerosi e sostenevano le rivendicazioni della classe sociale dei lavoratori e dei giovani. È in questo contesto che Bob Dylan inizia ad essere popolare e amato dalle masse.

Nella sua carriera ha accumulato diversi riconoscimenti, non solo in campo musicale. Del resto, Bob Dylan non era solo un cantautore, ma anche un poeta, uno scrittore, un attore e persino un pittore e scultore.

Oltre al Grammy alla carriera ricevuto nel 1991, ha ricevuto anche un Polar Music Prize, un Oscar per la miglior colonna sonora (con la canzone Things Have Changed, dal film Wonder Boys), un Golden Globe, un premio Pulitzer e, infine, un Premio Nobel per la Letteratura nel 2016.

Attraverso un sondaggio, siamo in grado di riportare quali sono le sue cinque canzoni più belle.

Like a Rolling Stone: un vero e proprio attacco alla società borghese e alla sua insensibilità verso le difficoltà dei più svantaggiati, difficoltà di cui un giorno, la stessa borghesia, potrebbe esserne vittima.
Knockin’ on Heaven’s Door: forse la sua canzone più celebre, o almeno quella di cui sono state fatte più cover, anche da cantautori e band illustri del calibro di Bob Marley, Aerosmith e Guns ‘n’ Roses.
Desolation Row: una canzone che, a dispetto della sua durata di gran lunga superiore agli standard commerciali (quasi 10 minuti), ha avuto un grande successo ed è stata tradotta in più lingue, tra le quali anche l’italiano, nella versione di Fabrizio De André intitolata Via della Povertà.
Blowin’ in the Wind: un manifesto di pace, scritto in un’epoca in cui dopo l’orrore della Seconda Guerra Mondiale ancora si assisteva ad altri conflitti, con particolare ma implicito riferimento al Vietnam.
Tambourine Man: uno dei brani più poetici di Bob Dylan, permeato di un linguaggio aulico, ma mai complesso e per questo piacevole da ascoltare. Vero e proprio brano fondamentale del folk americano.
Sei d’accordo con questa classifica? Quali sono, secondo te, le canzoni più belle di Bob Dylan? Se ti va, lascia un commento!