La playlist del fuori sede: 10 canzoni per chi è lontano da casa (VIDEO)

Il fuori sede è quell’essere che, per un motivo o per un altro, deve abbandonare il proprio luogo d’origine per cimentarsi in una nuova avventura, spesso universitaria, ma non ci azzarderemmo mai ad escludere i lavoratori. C’è chi cerca fortuna altrove per scelta, chi invece è costretto a doversi allontanare da casa per mancanza di opportunità, ma entrambe le categorie hanno qualcosa in comune: alternano senza sosta momenti che vanno dalla voglia di libertà al volersene tornare a casa prima di subito.

Sempre pronti a cogliere le esigenze dei nostri lettori, entriamo in gioco noi, con la “playlist del fuori sede”; 10 canzoni scelte per affrontare al meglio questa vita di vagabondaggio comporta.

Ecco i pezzi prescelti (ascoltateli, ma non prima di aver sparecchiato la tavola):

#10 Quando Sono Lontano – Clementino

Nemmeno un mese di vita e questo brano entra di prepotenza nella nostra playlist. La distanza ci separa, ma i ricordi sono come un album da sfogliare nei momenti più difficili. Un vortice di emozioni che tampona la nostalgia di casa e delle persone care.

#9 Englishman in New York – Sting

Dimentichiamo per un attimo la nostalgia. Siamo lontani da casa e a contatto con gente che non condivide le nostre stesse abitudini, men che meno le nostre radici; cosa fare? Indossare con orgoglio ogni nostra caratteristica culturale senza doverci immergere in qualcosa che non ci appartiene. “I don’t drink coffee, I take tea, my dear”.

#8 Lontano da Me – Niccolò Fabi

Alla terza canzone abbiamo già esplorato diversi aspetti del vivere lontano, infatti adesso parliamo di chi necessita di allontanarsi, di chi vede in un posto in cui nessuno ci conosce una salvezza, lontani da tutto ciò che in qualche modo ci riguarda o che può rievocarci particolari ricordi.

#7 Friends will be Friends – Queen

Di teoremi sull’amicizia se ne sono fatti tanti: dalla storiella dei 7 anni agli “accadde oggi” facebookiani che ne celebrano la nascita; ma nessuno, in fondo, conosce l’amicizia meglio di un fuori sede. Il nostro esemplare di studente/lavoratore vive su Whatsapp, anche nei momenti più importanti, e, inoltre, ama farsi vedere quando comunica, con un insolito accento, con gli amici di sempre.

#6 Il Rimpianto di Te – Giò Sada

“In ogni cosa che manca dentro me ti vedrò”, Giò dedica questo pezzo alla sua Bari e noi lo prendiamo in prestito ogniqualvolta ci capita di pensare al nostro luogo d’origine. Sarà un caso che la nostra ultima intervista sia stata fatta proprio a lui (clicca QUI per l’intervista).

#5 Stella Cometa – Jovanotti

Qualcuno avrà sicuramente storto il naso prima di arrivare alla nostra numero 5: “neanche una canzone d’amore?”, evidentemente non sa cosa lo aspetta. Non tutti siamo soliti guardare il cielo per vedere se piove, c’è chi preferisce affidare al firmamento il compito di custodire la propria stella cometa…e non stiamo parlando di astri.

#4 Lontana da Me – Coez

Dramma 2.0 quello di Coez. Numeri di telefono inutilizzati e chilometri, tanti chilometri, a dividere due persone che, nonostante tutto, non smettono di pensarsi. Lametta?

#3 La Mia Casa – Daniele Silvestri

Un pizzico di cosmopolitismo direttamente da “Acrobati”, il nuovo album di Daniele Silvestri. Ogni posto è stupendo a suo modo, ogni posto può essere chiamato “casa”.

#2 My Soul Trigger – Shorty

Non sempre i rapporti con la propria terra sono idilliaci, spesso quella che compiamo è una fuga forzata. La dedica di Shorty è bellissima, nel testo dice che qualunque cosa faccia la sua Sicilia è sempre con lui e che, nonostante gli screzi, per lui è una madre, un’eroina.

#1 Stendi i Panni – Elisabetta

Tutta questa nostalgia ci stava distogliendo dalla giornata tipo del fuori sede, ma ecco che, per l’occasione, arriva Elisabetta a ricordarci quanto sia dura la vita di quelli come noi…


Loading...

Scrivi un commento