I più grandi successi degli anni novanta

“Voglio tornare negli anni 90”, così recita il titolo di una canzone nostalgica di quel periodo.
Anche noi, in qualche modo, vorremmo tornarci e, non potendolo fare fisicamente, faremo un viaggio nel tempo con la musica.

Gli anni novanta sono famosi anche per brutture incredibili, cercheremo di evitare quei pezzi, consigliandovi alcuni tra i pezzi più belli del decennio.

#10 Song 2 – Blur

I nemici giurati degli Oasis sfornarono un pezzo davvero niente male, tutt’ora ricordato come “quello di FIFA 98”.

#9 Torn – Natalie Imbruglia

Come dimenticare la dolce Natalie, alle prese con la sua storia che definire ‘difficile’ sarebbe un eufemismo. Il pezzo venne addirittura candidato ai Grammy Awards, ma perse contro “My heart will go on” di Celine Dion.

#8 Under the bridge – Red Hot Chili Peppers

Anthony Kiedis, frontman del gruppo, ha scritto questa canzone durante un altro dei suoi tentativi di disintossicazione. Il brano racconta la sua solitudine e le difficoltà comportate dalle droghe.

#7 I don’t want to miss a thing – Aerosmith

Sì, quella dell’Amaro Averna. Uno dei brani più dolci e carichi di sentimenti che siano mai stati scritti, fortunatamente per nulla riconducibile al volto del cantante, Steven Tyler, altrimenti sarebbe un dramma.

#6 Feel Good Inc – Gorillaz

Il pezzo è un vero e proprio ibrido, vengono fusi alternative rock e rap, il risultato superò di gran lunga le aspettative iniziali. Attualmente riconosciuto come il pezzo più famoso dei Gorillaz.

#5 Can you feel the love tonight – Elton John

Sicuramente vi risulterà familiare, nonostante non conosciate la versione originale del brano. In Italia è stato per tutti “L’amore è nell’aria stasera” e lo abbiamo ascoltato vedendo il giovane Simba innamorarsi di Nala, cantato da Timon e Pumbaa ne “Il Re Leone”.

#4 Bitter Sweet Symphony – The Verve

Nel corso dei ’90, il Regno Unito sfornava successi a raffica. La famosissima camminata sul marciapiede del cantante del gruppo è quella che eseguiamo anche noi tutte le mattine, urtando chiunque ci passi di fronte.

#3 Thunderstruck – AC/DC

Uno dei pezzi più famosi del gruppo australiano. Una gioia per il cuore rivedere Angus Young agli antichi splendori e non dover necessariamente ricondurre il suo aspetto a quello di Smeagle de “Il Signore degli anelli”.

#2 November Rain – Guns N’ Roses

Su questo brano c’è veramente poco da scrivere, parla da solo. Ottobre non è ancora finito e già tutti non vedono l’ora che arrivi un piovoso novembre, giusto per tirar fuori questo capolavoro dal cassetto.

#1 Wonderwall – Oasis

Impossibile riuscire a immaginare una classifica senza questo pezzo, che a breve spegnerà 20 candeline. Una vita senza quel “Maybe, you’re gonna be the one that saves me” sarebbe noiosa, fortunatamente ci sono gli Oasis a concederci ancora il beneficio dubbio.

Questa è la nostra colonna sonora dei ’90, la vostra qual è?


Loading...

Scrivi un commento